ESCLUSIVA TLP - Lupa Roma, pres. Salzano: "Vogliamo la Serie C, meritiamo la riammissione"

 di Sebastian DONZELLA  articolo letto 5276 volte
ESCLUSIVA TLP - Lupa Roma, pres. Salzano: "Vogliamo la Serie C, meritiamo la riammissione"

La Lupa Roma vuole la Serie C. Sul campo o con le carte bollate. I capitolini, dopo la retrocessione in Serie D negli ultimi playout di Lega Pro, sono pronti a tornare nel professionismo, convinti di poter prendere il posto del Como. TuttoLegaPro.com ha intervistato in esclusiva Gianni Salzano, presidente del sodalizio romano.

Siete ripartiti dopo una dolorosa retrocessione. Sulla carta siete in Serie D ma il sogno chiamato Serie C è ancora ben presente.

"Siamo ripartiti con un po' di ritardo in attesa di sapere che tipo di campionato disputeremo. Viste le problematiche del Como, che ha partecipato alla seconda parte dell'ultima stagione senza l'affiliazione, meritiamo di essere riammessi in Lega Pro. E' una questione molto semplice: i lombardi non potevano disputare l'ultimo campionato e, per questo, sono da escludere a tavolino dall'ultima classifica del Girone A".

Come vi state muovendo?

"Non ci è ancora stato concesso l'accesso agli atti riguardanti il caso delle fideiussioni non a norma presentate da diverse squadre nella passata stagione. Abbiamo presentato un ricorso: il presidente Tavecchio ci ha risposto che non abbiamo diritto al ripescaggio ma questo lo sapevamo. Noi vogliamo la riammissione. Siamo convinti che nel campionato precedente hanno partecipato squadre in maniera irregolare che, potendo spendere di più non avendo presentato la giusta fideiussione, ci hanno condannato alla retrocessione. Ci sono squadre che hanno disputato la Lega Pro con budget molto più alti senza però poi garantirli. Siamo in attesa di vedere cosa succede, poi ci comporteremo di conseguenza".

Se sarà Serie D come vi comporterete?

"Noi puntiamo all'immediato ritorno in Serie C perché la Serie D non ci interessa. L'obiettivo è quello di riportare la squadra tra i professionisti. Per questo ora abbiamo una nuova visione organizzativa. Abbiamo scelto di ripartire dal "Francesca Gianni", nuovo quartiere generale per i prossimi tre anni. Vogliamo calcare le orme della Lodigiani che giocava proprio al "Gianni". Ci piacerebbe lavorare come loro, potenziando molto il settore giovanile che deve diventare un polo importante. Cambieremo anche il logo del club ma sveleremo tutto a settembre, quando presenteremo anche il nuovo organigramma e tutta la nuova struttura".

Come procede la costruzione della squadra?

"Siamo in stand-by, in attesa delle decisioni del Consiglio Federale, per capire se sarà in Serie C o in Serie D. E nell'attesa di capire che campionato disputeremo, stiamo valutando una lunga serie di giovani, necessari prima di qualsiasi considerazione sugli over. Abbiamo chiuso l'accordo con Milani, classe '96, ex Nocerina e Lazio, e Loglio, classe '97, ex Racing".