ESCLUSIVA TLP - Iscrizioni, fideiussioni, penalizzazioni e club esclusi: facciamo chiarezza con un esperto in materia

 di Sebastian DONZELLA  articolo letto 14851 volte
© foto di Giuseppe Scialla
ESCLUSIVA TLP - Iscrizioni, fideiussioni, penalizzazioni e club esclusi: facciamo chiarezza con un esperto in materia

Fideiussioni, iscrizioni, mensilità da pagare, scadenze e penalizzazioni. Sono giorni caldissimi per le squadre di Serie C, soprattutto per quelle che non sono riuscite ancora a regolarizzare la propria posizione. Per capirne di più TuttoLegaPro.com ha chiesto lumi a Giuseppe Tambone, ex segretario, direttore generale e sportivo con esperienza ventennale, tra le altre con  Castel Di Sangro, Chieti, Arezzo, Fermana, Giulianova, Manfredonia, Napoli e Pisa. Inoltre è stato anche consulente per altre società ed è specialista in diritto ed economia dello sport nell'Unione Europea.

Come si partecipa al prossimo campionato di Serie C?

"L'iscrizione è come una corsa ad ostacoli in cui hai un solo paletto fisso: se non depositi entro il 30 giugno la domanda d'iscrizione con la firma del presidente autenticata dal notaio e allegando la tassa d'iscrizione di circa 40mila euro, la tua corsa finisce subito. Tutti i club aventi diritto, in questo caso, l'hanno presentata. Il Como, però, è stato escluso per non essersi affiliato alla FIGC.
Tornando alle altre 58 squadre: la loro eventuale esclusione potrà essere sancita solamente venerdì 14 alle 19, termine ultimo per presentare i ricorsi in caso di irregolarità".

Quali sono le altre date importanti?

"La prima è stata il 26 giugno e riguardava il saldo, a tutto maggio, degli emolumenti e dei contributi ai tesserati. Quest'oggi, invece, bisognava presentare la fideiussione mentre venerdì 7 luglio, ossia tra 48 ore, le società devono dimostrare di avere un PA equilibrato: per PA intendiamo uno dei parametri, di carattere patrimoniale, che la federazione utilizza per capire se una società è in grado di far fronte ai propri impegni. Può essere riequilibrato attraverso immissione liquida di denaro da parte dei soci oppure attraverso il saldo delle campagne trasferimenti di gennaio e giugno. Come detto sopra: se qualche club non riesce a rispettare queste tre scadenze, potrà fare ricorso entro venerdì 14 ma non sarà escluso in maniera definitiva. Ovviamente tali club andranno incontro a un deferimento con ammende e/o punti di penalizzazione".

Quando si saprà se e chi verrà escluso?

"A ufficializzare le decisioni sarà il Consiglio Federale nella seduta che si terrà giovedì 20 luglio". 

Chi è che controlla le società?

"Ben quattro organi: si tratta della Lega di appartenenza, della Covisoc e di due commissioni: la prima riguarda i criteri infrastrutturali, la seconda il settore sportivo-organizzativo. Tra il 7 e l'11 luglio, controlleranno tutti gli incartamenti e ciascuno di loro darà il proprio parere. Se le società avranno quattro semafori verdi, allora saranno a posto. Ma basta un no per essere momentaneamente esclusi e per rientrare servirà presentare ricorso entro giorno 14. Ovviamente, all'atto del ricorso, il club dovrà presentarsi con tutti gli adempimenti sanati, sia pur tardivamente. Altrimenti, ad eccezione di mere interpretazioni o di conflitti di norme (sportive e civilistiche), il ricorso sarà praticamente inutile".