Vibonese, capitan Caridi avverte: "Adesso non si può più sbagliare"

"Se siamo arrivati a questo punto le colpe sono anche nostre"
 di Valeria Debbia  articolo letto 559 volte
Fonte: US Vibonese
Alessandro Caridi
© foto di Anto.Abbate/TuttoLegaPro.com
Alessandro Caridi

Secondo giorno di lavoro in vista della partita di Campobasso e per la Vibonese il tecnico Fofò Ammirata ha “rispolverato” la doppia seduta di allenamento. Questa mattina e questo pomeriggio, infatti, tutti in campo a lavorare, ad eccezione dei soliti tre. De Filippis, Borghetto e Doukara non hanno preso parte alla doppia seduta di allenamento, sottoponendosi ad apposite visite e terapie. Per Doukara anche un lavoro in piscina e domani, nell'amichevole contro la Berretti, il tecnico potrebbe decidere di provarlo, una volta avuto l'ok da parte dello staff medico.

Per la squadra a parlare è il capitano Alessandro Caridi: "Al punto in cui siamo, in realtà ci sarebbe poco da parlare e molto da fare. La classifica parla chiaro ed il cammino verso la salvezza ci impone di non poter più sbagliare. Speriamo sempre di poter centrare l'obiettivo della permanenza diretta in categoria, ma per farlo siamo consapevoli di dover infilare una serie di successi, a cominciare dalla gara di Campobasso".

L'umore del gruppo è comunque buono, nonostante la situazione di classifica e il cambio tecnico. Caridi spiega: "Non possiamo permetterci di deprimerci. La tensione va tenuta alta e dentro di noi siamo consapevoli di dover tirare fuori il massimo. La classifica è bugiarda, però la realtà dice che siamo in una situazione delicata, ma confido nella voglia di riscatto di tutti noi. Il cambio tecnico? A pagare per tutti è stato lo staff e ci dispiace, perché se siamo arrivati a questo punto le colpe sono anche nostre. Siamo stati sfortunati e la partita con il Fano è l'emblema della nostra stagione. Abbiamo sfiorato il gol del vantaggio e sul capovolgimento di fronte è arrivata la rete del ko. E' anche evidente, tuttavia, che ci abbiamo messo del nostro. Adesso c'è un nuovo allenatore e in tutti noi c'è una gran voglia di rivalsa".

Si suda e si lavora, insomma, con grande concentrazione per tentare la scalata alla salvezza diretta e si guarda già al Campobasso. "Ci aspetta una gara combattuta - conclude il capitano rossoblù - nella quale dovremo tirare fuori il meglio. E' uno scontro diretto nel quale non si può steccare. La posta in palio è molto elevata e lo sarà anche per i molisani. Sarà una sfida aperta nella quale servirà la migliore Vibonese".