Top & Flop di Messina-Taranto

 di Antonio Paradiso  articolo letto 1817 volte
Da Silva (Top Messina)
© foto di Giuseppe Scialla
Da Silva (Top Messina)

Successo tanto importante quanto meritato quello del Messina che, grazie alle reti di Anastasi, Foresta e Milinkovic, liquida il Taranto (in gol con Emmausso per il momentaneo 2-1) per 3-1 ed ottiene tre punti pesantissimi in chiave salvezza. Ancora una battuta d'arresto per gli Ionici che bissano la sconfitta di sette giorni fa contro l'Akragas e, causa la vittoria proprio degli "akragatini" contro il Matera, piombano nuovamente in zona playout. Praticamente la gara si decide nei primi minuti, con la partenza a razzo dei peloritani che con uno-due micidiale Anastasi-Foresta si portano sul 2-0 dopo appena 9 minuti. Il Taranto fatica ad imbastire una vera e propria reazione, non rendendosi quasi mai pericoloso se non con due conclusioni di Mangaghi che però non trovano fortuna. Nella ripresa il Messina controlla agevolmente la gara, sfiorando con Milinkovic anche il gol del 3-0. Un po' a sorpresa al 42' giunge la rete di Emmausso: una splendida rovesciata su torre di Cobelli che riapre la gara. Tuttavia, il gol è solo un'illusione perché dopo appena 2 minuti arriva la rete di Milinkovic che spegne definitivamente i sogni di rimonta degli uomini di Ciullo.

Ecco i Top & Flop della gara:

TOP

Gladestony Da Silva (Messina): in assoluto il migliore in campo: nei primi minuti "spacca" totalmente la gara, fornendo due assist al bacio ad Anastasi prima e a Foresta poi che vengono tramutati in rete. Per il resto lotta su ogni pallone e per tutta la gara è una vera spina nel fianco della difesa ionica, tanto che in almeno due circostanze si rende protagonista di azioni ubriacanti che però non trovano fortuna. DECISIVO

Michele Emmausso (Taranto): dopo essere rimasto per troppo tempo in "naftalina" finalmente il giovane attaccante napoletano dà sfoggio di tutte le sue qualità: entrato nella ripresa al posto dell'evanescente Potenza, riesce a dare brio alla manovra offensiva tarantina, rendendosi prima pericoloso con un tiro dal limite di poco a lato e successivamente realizzando il gol del 2-1 che permette al Taranto (anche se per pochissimo tempo) di rientrare in gara. Difficilmente resterà in panchina anche nelle prossime partite. TALENTO

FLOP

La difesa del Taranto: una delle difese più solide dell'intero girone oggi fa una figuraccia da "pellegrini", dato che in tutte e tre le marcature c'è la complicità del reparto arretrato ionico: nel primo gol tutti lasciano libero Anastasi in area piccola, nel secondo si lasciano "beffare" da un inserimento di Foresta, mentre nel terzo è clamorosa l'indecisione tra Altobello e Maurantonio che non si capiscono, favorendo Milinkovic che sentitamente ringrazia. MALISSIMO

Nessuno del Messina: l'unico neo è il non aver chiuso la partita anzitempo, considerando anche il gol nel finale di Emmausso che avrebbe potuto creare qualche grattacapo finale a cui però ha prontamente rimediato Milinkovic. Tuttavia, resta l'ottima prestazione collettiva e la vittoria mai in discussione. TUTTI PROMOSSI