Top & Flop di Catanzaro- Monopoli

 di Daniela Critelli  articolo letto 1591 volte
Giovinco (TOP Catanzaro)
© foto di Giuseppe Scialla
Giovinco (TOP Catanzaro)

Un tempo per parte in una gara condizionata dal forte vento, un rigore per tempo, siglato uno da Giovinco e l’altro da Nadarevic, e il pari fra Catanzaro e Monopoli è servito.
Non è stata una bella partita, frutto anche delle avverse condizioni climatiche che non ha aiutato le due squadre in fase di costruzione del gioco.
A passare per primo in vantaggio il Catanzaro: Esposito atterra Giovinco in area, per il direttore di gara è rigore che lo stesso numero dieci giallorosso realizza. Il pari arriva nella ripresa: bravo Cavagna a farsi atterrare in area da Sarao, è nuovamente rigore, stavolta per gli ospiti. Si presenta sul dischetto Nadarevic che realizza il pari.
Le Aquile provano a cercare il gol del vantaggio con Prestia che, di testa, trova il palo. Finisce in parità, un punto utile per il Monopoli per mantenere la sua posizione in classifica, meno utile alle Aquile sempre più invischiate in zona play-out.
Ecco i top & flop della gara.

TOP

Giuseppe Giovinco (Catanzaro): Si conferma implacabile dagli undici metri, vestendo (ancora una volta) i panni del trascinatore. La sua prova, però, non è sufficiente ad un opaco Catanzaro per aggiudicarsi un incontro-chiave in ottica salvezza. IMPRENDIBILE

Enis Nadarevic (Monopoli): Realizza con grande freddezza un penalty che regala un pareggio che vale oro per la sua squadra. Per il resto, fa il suo in avanti, combattendo col vento e coi centrali difensivi giallorossi. CECCHINO

FLOP

Imperio Carcione (Catanzaro): Dovrebbe essere quel giocatore in grado di accendere a luce in mezzo al campo, ma, oggi, per lui tanto fumo e poco arrosto. IMPRECISO

Pasquale Esposito (Monopoli): soffre tantissimo la velocità di Giovino e, sull’ennesimo spunto del fantasista giallorosso, propizia l’episodio del rigore con un intervento in area da dimenticare. SVAGATO