Top & Flop di Ancona-Pordenone

 di Stefano Scarpetti  articolo letto 2147 volte
Semenzato (TOP Pordenone)
© foto di Jacopo Duranti/TuttoLegaPro.com
Semenzato (TOP Pordenone)

Si è appena conclusa la gara fra Ancona e Pordenone valida per la 30^ giornata del girone B di Lega Pro sul risultato di 0-2. I ramarri tornano a vincere in trasferta dopo oltre tre mesi: l'ultimo successo era arrivato il 3 dicembre sul campo della Feralpi Salò, prosegue invece la striscia negativa dell'Ancona nonostante il secondo cambio in panchina con De Patre che ha esordito quest'oggi prendendo il posto del dimissionario Pagliari.

Buon impatto dei dorici a livello di intensità e determinazione, sull'altro fronte i friuliani si affidano al maggior tasso tecnico in mezzo al campo. Dopo una prima fase di equilibrio i padroni di casa si rendono pericolosi con Frediani, e sprecano le più facili delle occasioni con Del Sante innescato da Agyei trova il modo di mettere fuori una sorta di rigore in movimento. Chi sbaglia paga è l'antico adagio del calcio: prima Semenzato pesca in area Arma il quale obbliga alla deviazione Anacoura. Sul successivo corner da destra battuto da Burrai, proprio Semenzato è abile a deviare la palla alle spalle del portiere dorico. I biancorossi provano a reagire, ma prima del termine della prima frazione arriva il raddoppio sull'asse Burrai-Arma con Padovan abile a superare Ricci e battere nuovamente Anacoura.

La ripresa si apre con l'Ancona alla ricerca del gol che potrebbe arrivare dopo pochi minuti: Del Sante viene atterrato da Marchi e il direttore di gara fischia il calcio di rigore che Voltan spedisce alle spalle del guardiapali avversario. A questo punto, però, la partita virtualmente finisce, le energie fisiche e mentali terminano nei padroni di casa mentre il Pordenone può gestire la gara con autorità portando a casa un successo importante. Adesso vediamo i Top & Flop del confronto:

TOP

Agyei (Ancona): Gioca con molta intensità e determinazione provando a dirigere la manovra biancorossa con lucidità, sua l'azione che porta del Sante davanti al portiere avversario, però l'attaccante ex Juve Stabia mette a lato. Tuttavia è apprezzabile come il centrocampista dei dorici continui a lottare anche sul risultato di 0-2 in un Del Conero demoralizzato. CORIACEO

Semenzato (Pordenone): Soffre inizialmente le iniziative di Frediani in apertura di gara è vero, poi però è bravo a non perdere la testa andando a proiettarsi in avanti mettendo in difficoltà i difensori dell'Ancona con i suoi movimenti. Poi trova anche la rete del vantaggio con un ottimo inserimento senza palla. MARCIA IN PIU'

FLOP

Del Sante (Ancona): Finisce tra i peggiori nonostante abbia colpito una traversa e si sia procurato un rigore. Lo penalizziamo perchè non si possono sbagliare gol come ha fatto lui oggi, soprattutto nel primo tempo era una sorta di rigore in movimento e quello di Agyei era un cioccolatino da scartare. L'Ancona non può permettersi in un momento come questo di buttare alle ortiche occasioni come queste. SPRECONE

La difesa (Pordenone): Con un pizzico di cinismo inseriamo il pacchetto arretrato dei ramarri in questa parte della rubrica. Chiariamo subito che non si tratta di una bocciatura, ma di una tiratina d'orecchie ad una squadra che ha concesso troppe occasioni ad una squadra l'Ancona, che è uno degli attacchi meno prolifici del girone. DA REGISTRARE