Taranto, capitan Pambianchi: "Nel calcio ho mangiato tanta m... Ora avanti fino alla fine, poi si vedrà"

 di Antonio Paradiso  articolo letto 2625 volte
Francesco Pambianchi, Taranto
© foto di Luca Marchesini/TuttoLegaPro.com
Francesco Pambianchi, Taranto

In casa Taranto parla Francesco Pambianchi, capitano della squadra Ionica che, senza giri di parole, parla di cosa manca ai suoi compagni per poter credere ancora nella salvezza dopo la débacle interna contro la Paganese: "Nel calcio ho mangiato tanta m..., quindi sono abituato a queste situazioni.Ora però non resta che andare avanti fino alla fine, poi se falliremo l'obiettivo saremo qui pronti a prenderci gli schiaffi. Io da capitano mi prendo tutte le responsabilità del caso, non mi permetto di giudicare i miei compagni mi auguro solo che vi sia una reazione. Vedendo anche le altre squadre che, come noi, lottano per salvarsi non noto tante differenze da un punto di vista tecnico, ma devo ammettere che molto probabilmente loro hanno più cattiveria e più "attributi" cosa che a noi evidentemente manca. Per tutta la stagione non abbiamo avuto il carattere soprattutto dopo le sconfitte perché nel corso del campionato abbiamo fornito tante buone prestazioni, solo che alla minima difficoltà, come ad esempio una sconfitta, ci abbattiamo e fatichiamo a reagire. Lo spogliatoio è unito, non ci sono "teste calde", così come noi squadra siamo uniti con la dirigenza che non ci fa mai mancare il suo supporto. Le voci che sentite su un possibile allontanamento sono solo fesserie. In questo momento dobbiamo pensare a terminare la stagione con dignità, questo vuol dire che bisogna essere prima uomini e poi calciatori, solo così possiamo salvare la faccia".