Francavilla, Calabro: "Abbiamo pagato un calo mentale, ma non siamo appagati"

 di Maurizio Ribechini  articolo letto 686 volte
© foto di Giuseppe Scialla
Francavilla, Calabro: "Abbiamo pagato un calo mentale, ma non siamo appagati"

L'allenatore della Virtus Francavilla, Antonio Calabro, nell'immediato dopo gara della sconfitta interna contro il Melfi, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni a SalentoSport.net: "Il calcio è così, è bello perché riesce a dire in campo tutto e il contrario di tutto. Abbiamo quarantotto punti, siamo quinti in classifica ed abbiamo vinto e perso con tutto e con tutti”.

Parlando della partita, Calabro ha detto: “Nel primo tempo il Melfi non aveva quasi mai superato la metà campo, noi abbiamo proposto tanto, messo tanti cross in area di rigore, molti sul primo palo senza però mai attaccarlo, in tante situazioni si poteva sfruttare meglio il tiro in porta o l’ultimo passaggio. Dalla panchina si aveva la sensazione che il gol potesse arrivare da un momento all’altro, perché eravamo fluidi nella manovra. Poi entrare nel secondo tempo e prendere un gol così è chiaro che condiziona l’intera partita. Il Melfi si è trovato nelle migliori condizioni per affrontare il resto della gara, noi non siamo stati bravi e lucidi per fare determinate cose, quelle ci hanno portati ad essere quinti in classifica”.

Infine sul possibile rischio di appagamento Calabro ha detto “Io no, la società no, i giocatori spero di no. Da parte mia, l’intensità mentale con cui affrontiamo la settimana aumenta andando avanti. Però è possibile che oggi abbiamo pagato un calo mentale, perché vedendo che la partita non si sbloccava ci siamo innervositi iniziando a cercare la giocata più difficile e non quella più semplice”.