Beccalossi esce allo scoperto: "Voglio il Monza"

 di Nicolò Schira Twitter:   articolo letto 2123 volte
Fonte: CalcioLab.com
© foto di Federico De Luca
Beccalossi esce allo scoperto: "Voglio il Monza"

Dal piccolo schermo al ritorno in campo. Non più a dirigere le azioni della squadra, ma direttamente a costruirla. Evaristo Beccalossi conferma a Calciolab.com le voci che lo davano interessato al Calcio Monza, club di Seconda Divisione gestito da tre anni dall’ex milanista Clarence Seedorf. Reduce da due retrocessioni consecutive, la società brianzola festeggia proprio quest’anno il Centenario e cerca disperatamente un compratore che possa aiutarlo a ritornare ai fasti di un tempo. “Il Monza merita questo ed altro” dice il Becca. “E’ una piazza molto importante vicino a Milano, si può sviluppare un discorso di buon livello affidandosi ai giovani”.

Qualcosa di positivo è già stato fatto in questa stagione: la squadra di Antonino Asta, ex allenatore della Primavera del Torino, è ancora imbattuta dopo tre giornate (due vittorie e un pareggio) con tanti giovani interessanti lanciati in prima squadra. Il progetto di Beccalossi punta proprio sulla linea verde: “Ho già delle idee in testa, ma ne parleremo a trattativa conclusa. Ora non è il momento di entrare troppo nello specifico”. Trattativa che ha avuto un impulso importante negli ultimi giorni e nelle ultime ore: non siamo alle firme insomma, ma poco ci manca. L’ex fantasista, che a Monza ha giocato anche una stagione non lasciando un grandissimo ricordo, non si vuole sbilanciare: “Sono discorsi molto delicati, c’è una trattativa in atto e mi risulta che ci siano altre persone che si sono avvicinati al Monza in queste ultime settimane”. Beccalossi non entrerebbe nel Monza come presidente di facciata come Clarence Seedorf (l’olandese, contestatissimo al Brianteo, di fatto la faccia l’ha messa in verità pochissime volte….), ma come uomo del mercato biancorosso. Un direttore generale a pieno titolo per costruire una squadra per vincere: “Di sicuro sarei molto presente, mi piacerebbe seguire il Monza da vicino. Ho voglia di tirarmi su le maniche e di lavorare nel calcio. D’altronde non ci sono in giro nababbi disposti a spendere tanti quattrini, ma con le idee e un progetto serio si possono fare cose importanti, oggi le società vanno gestite come aziende. Ribadisco – ha proseguito Beccalossi – che Monza è un club glorioso che merita tanto rispetto da chi si avvicina ed è quello che noi stiamo facendo. Per noi Monza è una piazza molto importante e non vogliamo creare illusioni né fare figuracce di fronte alla gente”.

Oltre al gruppo dell’opinionista televisivo (si tratterebbe di industriali bresciani) sono in corsa per l’acquisizione del Monza almeno altri tre soggetti: Filippo Colonna (Parkomodo) , Marco Centemero (officina meccanica) e Davide Erba (patron di Stonex). Quest’ultimo si sarebbe però defilato negli ultimi giorni. “La situazione non è facile, la trattativa è comunque complicata” l’analisi conclusiva del Becca. Che sotto sotto spera di poter presto tornare a dirigere operazioni calcistiche…